abcveneto.com, mensile on line su veneto e dintorni
scrivi a info@abcveneto.com ¬
numero 5, anno primo - 1 agosto 2004 giornale online gratuito (a 30 giorni)
Treviso-Veneto-turismo-attualità-cultura-spettacolo-soldi-ambiente- e... tutto quello che ci viene in mente
IN LOVING MEMORY

Una mostra fotografica di Shane Nash a Fabrica Features Lisbona dal 3 Settembre al 31 Ottobre 2004, (Opening: Friday, September 3rd, at 6:00 pm)

da Fabrica

   
 

Il 3 settembre 2004 alle ore 18:00, presso lo spazio Fabrica Features di Lisbona, si inaugurerà "In Loving Memory", una mostra fotografica del giovane artista americano Shane Nash.

Una fotografia è anche un modo di ricordare. Si prendono appunti su ciò che è stato, si testimoniano fatti, persone, cambiamenti con l'assurda pretesa di voler dare un percorso sicuro alla nostra vita. Si fotografano nascite, prime comunioni, matrimoni, cose che vogliamo ricordare. Quasi mai funerali. E forse perché con gli occhi bagnati le foto verrebbero male. Ma in fondo anche un funerale è una fotografia, un invito a ricordare. "In Loving Memory", la serie di fotografie che Shane Nash - che non a caso non fa alcuna differenza tra fotografia amatoriale e fotografia professionale - ha scattato in un giorno particolare a Berkeley, in California, sono appunto un omaggio alla memoria: un catalogo di volti, vestiti, atteggiamenti che sembrano usciti da un video rap su mtv e che celebrano la morte di un amico scomparso. Guardandole, per un momento, si prova un senso di estraniamento, come scoprire un tatuaggio a forma di cuore con scritto "mamma" nel petto di un lottatore di sumo. Ma poi in quello strano miscuglio di dignità e spavalderia, di innocente superbia e sgomento, di rabbia composta e malinconia una sola parola si impone, l'unica davvero capace di descrivere tutto ciò e quella parola è "pietas", un sentimento di diverso rispetto e devozione, che è in fondo anche quello che un'opera d'arte ben riuscita dovrebbe perseguire. Shane Nash sembra esserci riuscito.

Shane Nash è nato a Berkeley, California, 25 anni fa e da maggio 2004 lavora nel Dipartimento Fotografia di Fabrica. Ha studiato fotografia, design e tecniche di stampa alla Cooper Union For the Advancement of Science and Art di New York e nel suo lavoro si ispira ad artisti come Seydou Keita, Thierry Le Goues, Jonathan Mannion, Estevan Oriol, Rodrigo Preita e Malik Hassan Sayeed. Le sue fotografie sono state esposte al New Museum e alla RushArts Gallery di New York e pubblicate su Vive Magazine (Usa) e Wad (Francia).

"In Loving Memory"
3 September ? 31 October 2004
Opening: Friday, September 3rd, at 6:00 pm

FABRICA FEATURES LISBOA
Rua Garrett, 83
4°piso, 1200-203 Lisbon
Tel: +351 21 3256765
e-mail: fabrica_features@clix.pt

For further information:
Angela Quintavalle
Fabrica
Tel: +39 0422 516209
angie@fabrica.it
www.fabrica.it

IN LOVING MEMORY
A photographic exhibition by Shane Nash at Fabrica Features Lisboa

September 3rd - October 31st, 2004: Fabrica presents at the Fabrica Features space in Lisbon "In Loving Memory", a photographic exhibition by the young American Fabrica photographer Shane Nash.

A photograph is also a way of remembering. We take notes about what has happened, keep records of events, people, changes with the absurd presumption of wanting to give our lives a safe course. Births are photographed, as are first communions, weddings, things that we want to remember. Almost never funerals. Maybe because with wet eyes the photos wouldn't turn out so well. But in the end even a funeral is a photograph, an invitation to remember. "In Loving Memory", the series of photographs that Shane Nash ? who incidentally doesn't distinguish between amateur and professional photographs ?took on one particular day in Berkeley, California, are in fact a homage to memory. They are a catalogue of faces, clothes, and attitudes that seem to be taken from an MTV rap video and that celebrate the death of a friend who passed away. When you look at them you feel a sense of alienation for a moment, like discovering a heart-shaped tattoo with "mother" written in it on the chest of a sumo wrestler. But then within that strange mix of dignity and boldness, of anger that is both composed and melancholy, only one word comes to mind, the only one capable of describing it all. That word is "piety", a feeling of dutiful respect and devotion that ultimately is also what successful work of art should pursue. Shane Nash seems to have succeeded.

Shane Nash was born in Berkeley, California, 25 years ago. Since May 2004 he has been working in Fabrica's Photography Department. He studied photography, design and printmaking at the Cooper Union for the Advancement of Science and Art in New York and he draws inspiration from artists such as Seydou Keita, Thierry Le Goues, Jonathan Mannion, Estevan Oriol, Rodrigo Preita and Malik Hassan Sayeed. His photographs have been exhibited at the New Museum and at the RushArts Gallery in New York and published in Vive Magazine (USA) and Wad (France).

da Fabrica

 

pagina
precendente

 

 

 

scrivi a info@abcveneto.com ¬

©ABCVeneto