nu. 27 anno secondo¬ 6 giugno 2006 mensile online gratuito
Abcveneto, mensile online sul Veneto e cosa fanno i veneti dentro e fuori d'Italia nella cultura, nella fotografia, nel turismo, nel cinema, nell'arte etc...
ultima ora

Venezia: Parole e figure al museo Correr


Momenti di storia del libro e della stampa dalle raccolte del Museo Correr, Venezia, Museo Correr, I piano, 9 giugno/10 dicembre 2006. Un suggestivo percorso attraverso la storia del libro e della stampa a Venezia, da Gutenberg e i prototipografi veneziani, attraverso Aldo Manuzio e Dürer, fino all'Ottocento. www.museiciviciveneziani.it

a cura di Abcveneto

Questo propone la mostra, curata da Piero Lucchi e Monica Viero e allestita al primo piano del Museo Correr: una straordinaria selezione di volumi e opuscoli a stampa affiancati da fogli volanti, incisioni, matrici xilografiche e calcografiche e altri oggetti d'arte, appartenenti al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, alla Biblioteca di Storia e d'Arte veneziana e ad altre collezioni del Museo.

La mostra è visitabile con l'orario e il biglietto dei Musei di Piazza San Marco (*).

* 9/19 (biglietteria 9/18) fino al 31.X; dal 1.XI 9/17 (biglietteria 9/16) - intero euro 12; ridotto euro 6,50

Attraverso un numero limitato di edizioni - scelte sulla base della rarità, curiosità e valore culturale (ma sono presenti anche veri capolavori d'arte) - la mostra testimonia il fermento e l'importanza dell'attività editoriale a Venezia, che fu - com'è noto - uno dei primi centri in ordine di tempo - e per quantità e qualità - nella produzione di libri a stampa e di incisioni, non solo nell'età degli incunaboli e nel XVI secolo, ma anche nei periodi successivi del libro "antico"-cioè composto a mano e impresso con il torchio- fino alla prima metà dell'Ottocento.

(a destra nell'immagine: Albrecht Durer, Apocalypsis cum figure, Norimberga, Anton Koberger, 1498, Inc. C 8 )

Dalle straordinarie edizioni antiche, testimoniate nel percorso espositivo da documenti unici quali le due pagine della grande Bibbia di Gutenberg o i frammenti di edizioni di Vindelino da Spira e di Nicolas Jenson, appartenenti ai cosiddetti prototipografi veneziani, si giunge fino alle edizioni di Aldo Manuzio e Dürer, che rappresentano il più alto punto d'incontro fra testo e immagine, come pure fra mondo germanico e Venezia. La selezione riserva inoltre un'attenzione particolare al libro illustrato e alle edizioni più antiche, in particolare quelle veneziane. Ciò permette al visitatore di osservare le tipologie e le caratteristiche di forma e contenuto della produzione a stampa nel corso dei vari secoli, dai grandi incunaboli in folio realizzati ad imitazione dei codici medioevali, alle edizioni di piccolo formato ma ricche di illustrazioni e con testi in lingua volgare; dai libri umanistici da tasca alle sontuose e raffinate edizioni illustrate settecentesche, fino alle enciclopedie e ai giornali illustrati dell'Ottocento, che a Venezia raggiunsero altissime tirature, diffuse - spesso a fascicoli su abbonamento - in tutta la penisola, da una rete di librai agenti e venditori che già prefiguravano alcuni tratti del mercato editoriale contemporaneo. articolo prosegue sotto



Una molteplicità di edizioni che permette di far luce anche rispetto al "profilo" dei lettori, la cui provenienza sociale e culturale varia a seconda dei diversi ruoli e funzioni svolte nella società, anch'essa trasformatasi per opera di quella cosiddetta "rivoluzione inavvertita" rappresentata proprio dalla stampa.

www.museiciviciveneziani.it

Segnala il sito
Tuo Nome Tua Email Nome Amico Email Amico
Powered by Risorse Internet

a cura di Abcveneto

ABCVeneto®: sulla rete dal 1 marzo 2004